2 thoughts on “Il vero Paperone al distributore resta lo Stato – S2E54”

  1. Riguardo alla guerra in corso concordo pienamente…i maggiori finanziatori della guerra siamo noi europei (italia in cima ala lista) che abbiamo dato piu potere al soggetto legandoci mani e piedi alle sue forniture energetiche..invece di efficentare e rendere piu flessibile il nostro mix energetico potenziado storage e logistica energetica (l’unico modo, legittimo e regolamentato, che funziona veramente e in ogni mercato per i consumatori/acquirenti…aumentare la competizione fra i fornitori). Ne’ suscita qualcosa piu’ che l’ilarità sentire che Putin ci chiuderà i rubinetti..ma in quale iperuranio uno che vende energia (acquistando quindi potere e soldi) ad un prezzo di mercato 4 volte quello dell’anno prima..smette di venderti quel qualcosa??..Ci sarebbe da ridere ..se uno non pensasse sempre male..da ritenere anche questa l’n-esima posizione pura demagogia per incrementare i consumi trasmettendo “ansia di risorsa che si sta per esaurire” e quindi ritagliare ancora piu denari da tassazione/rivendita

  2. Buongiorno e grazie come sempre per l’interessantissimo contenuto del podcast, prima di tutto.
    Una breve considerazione sul tema prezzo spot del gas e contratti di importazione: credo stiate trascurando un fattore, nella misura in cui un’analisi dei contratti di importazione in Italia porterebbe molto probabilmente ad un prezzo medio e mediano inferiore alle quotazioni spot attuali (ma non da tutte le rotte, visto che come saprete molte rinegoziazioni puntano a mettere alle spalle le vecchie formule oil-linked verso indici spot, gas on gas competition). Tuttavia vi segnalo che l’Italia (e l’UE) per chiudere il proprio bilancio ha bisogno di approvvigionarsi di cargo GNL spot sul mercato. Questo mercato vive di competizione internazionale specie verso mercati come far east e sudamerica. Un cap al prezzo regionale azzererebbe tali importazioni qualora il prezzo su altri mercati fosse superiore (e il JKM non è estremamente distante dai prezzi spot odierni europei: speculazione anche lì?).
    Peggio ancora nel caso di un cap italiano, dove si inibirebbe l’importazione da Passo Gries (Rotta nord, dalla Germania e Francia verso l’Italia).
    Spero sia utile, grazie. Un fedele ascoltatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.