9 thoughts on “I picchi dell’energia e gli abissi della politica – S2E99

  1. Una considerazione che vi siete dimenticati di far notare è che con la valida iniziativa di finanziare lo sviluppo della centrale in Slovenia è che 300 milioni di euro verranno investiti all estero !

  2. a proposito, da stamane ho il dubbio che registrando all’una di notte mi sia scappato 60 mila chilometri quadrati di territorio liberati da ucraini invece di 6mila, non ho tempo per riascoltare ma il solo dubbio che mi martella la testa rende plausibile che abbia commesso l’errore e per correttezza correggo e mi scuso con tutti

        1. Se è Renato Cifarelli la saluto caramente e mi complimento con lei. Dei tre, negli ultimi periodi, mi sembra il più serio e di buonsenso. Mi spiace ma penso invece che Giannino su diversi numeri sia molto fallibile…. soprattutto quando si fa prendere dalle sue foghe e tirate verso i suoi numerosi “nemici”… sto ancora aspettando, ad esempio, fonti sui milioni di deportati ucraini tra i quali i 300.000 bambini come avevo già scritto nella puntata 79.

  3. Un dubbio, .viene detto che per sopperire ai picchi energetici vengono usate le centrali a turbogas,
    Io ricordavo invece che si utillavano le idroelettriche per la velocità di messa in funzione e di spegnimento

  4. Una riflessione sul suggerimento di cambiare le abitudini di consumo domestiche per evitare i picchi di consumo soprattutto la sera.
    L’idea è buona e sensata, ma andiamo contro ad anni di inviti ad usare la corrente la sera e la notte, che sono stati anche cristallizzati nelle tariffe orarie più convenienti la sera e la notta.
    Ora come si fa a inviatare ad usare la corrente di giorno se questa costa anche di più? Visti poi gli aumenti delle tariffe!!

  5. Buongiorno
    Vi seguo e inseguo da radio 24 fino Don Chisciotte Podcast. Vi voglio fare i complimenti perché siete la fonte del mio pensiero critico verso ciò che ci accade. Per favore continuate così !!!!
    Oggi sentivo il podcast e per la prima volta vi scrivo per portarvi la mia esperienza, ma penso sia un caso abbastanza comune.
    Ho sottoscritto con Servizio Elettrico Nazionale una Tariffa Bioraria che prevede una fascia oraria F1 più costosa che va dalle 8 alle 19 e una fascia oraria F23 più conveniente che va dalle 19:00 alle 8:00.
    Inoltre vivo a Milano in condominio e le regole condominiali vietano l’uso degli elettrodomestici dalle 22:00 alle 6:00
    Quindi le raccomandazioni della Commissione Europea esposte e caldeggiate da “Ronzinante” pur essendo un ottima indicazione in un’ottica di energia da fonti rinnovabili, nel mio caso, a meno che non cambino le condizioni , risulta inapplicabile.
    Non ho una grande fiducia nella nostra classe politica e nella volontà dei gestori dell’elettricità di modificare questo stato di cose.
    Un grande saluto e continuerò a seguirvi fino a che ne avrete voglia

    Enzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.