Condoni ed evasione – E21

La rottamazione delle cartelle è un condono o una semplice pulizia di arretrati inesigibili?
E l’evasione reale e percepita sono, nell’opinione pubblica, conosciute correttamente?
C’è un paper (disponibile sotto) che dice che…

Ne parliamo con l’avvocato Giorgio Infranca, tributarista.

https://omny.fm/shows/don-chisciotte/condoni-ed-evasione

Dati

Giovanni D’Alessio sul sito di Banca d’Italia

Il lavoro presenta le opinioni sull’evasione fiscale dei cittadini italiani raccolte in quattro diverse indagini campionarie condotte tra il 1992 e il 2013. Utilizzando l’Analisi delle Componenti Principali lo studio costruisce un indicatore sintetico di propensione all’evasione, di cui si esamina l’intensità nei vari gruppi sociali e l’evoluzione nel tempo.

Una certa propensione all’evasione appare diffusa tra la popolazione italiana. Essa è maggiore tra le persone con bassi livelli di istruzione e di reddito, anziane e residenti nel Mezzogiorno; è cresciuta nel tempo, soprattutto nel Nord e tra i giovani con meno di 30 anni, mentre la più alta propensione registrata per gli autonomi negli anni novanta è in gran parte rientrata nel 2013. Nel confronto internazionale, l’Italia è in una posizione intermedia per quanto riguarda la disponibilità a giustificare comportamenti di evasione; la percezione della diffusione del fenomeno nella società è invece superiore alla media.

Testo della pubblicazione

1 thought on “Condoni ed evasione – E21”

  1. Buonasera, pur apprezzando la giusta distinzione fra condono e rottamazione di cartelle esattoriali ormai inesigibili, avrei apprezzato un approfondimento sul significato politico dell’operazione. Inserire tale norma in un decreto legge di aiuto a imprese e cittadini, ha comunque fatto passare il messaggio voluto da una precisa parte politica che il governo ha tolto dalle spalle dei cittadini un fardello fiscale che non potevano pagare per colpa della pandemia. Il tetto dei trentamila euro ha rafforzato il convincimento che si trattasse di una misura di sostegno alle fasce sociali meno abbienti. Grazie del vostro lavoro sempre interessante. Un caro saluto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.